LOREM IPSUM DOLOR

Via Settevalli 320 - 06129 - Perugia | infoconsorziofrancescosways@gmail.com +39 370 1106929

Variante per Terni: Greccio – Terni (1° tappa)

Variante per Terni: Greccio – Terni (1° tappa)

terni

Di fronte alla chiesa Nuova nel santuario di Greccio si sale la scalinata per raggiungere la strada, dove si prosegue a destra. Prima di giungere alla croce sul belvedere, si sale a sinistra e al bivio si prosegue su sentiero a sinistra in salita. Inizia una salita molto ripida. Al momento della redazione della guida il sentiero era in manutenzione; nel caso fosse chiuso, si consiglia di seguire la più lunga variante segnata in mappa. Dopo circa 700 m il sentiero si immette su una strada lastricata in pietra.

Si sale ancora, ma la pendenza si attenua passo dopo passo. Dopo 1 km si giunge su un’area di prati pianeggianti, volgendo un ultimo sguardo alla Valle Santa. Al primo bivio si prosegue in piano sulla destra. Si attraversano i verdi piani di Ruschio, cinti sui lati da fitte boscaglie. Il cammino prosegue in piano tra alberi di carpino e castagni, senza deviazioni, attraversando i prati di Stroncone.

Raggiunto il camping (km 4,16), si supera il bar, sulla sinistra, voltando a destra, e si scende sulla strada asfaltata. Lungo il cammino si troveranno alcune lapidi nei punti legati al passaggio di San Bernardino da Siena, realizzate dalla famiglia francescana di Stroncone. Si scende e dopo circa 3 km si giunge di fronte all’ingresso di una villa, sulla destra; qui si lascia l’asfalto e si gira a destra seguendo per la Via di Francesco.
Si prosegue su una mulattiera dal fondo ciottoloso, che in caso di umidità diventa scivoloso. Al bivio si prosegue a destra, in piano, tralasciando il percorso a sinistra in discesa, e si scopre un’ampia edicola.

Si scende superando, sulla sinistra, le targhe in marmo (il letto, la mano, la sedia di San Bernardino). Si riprende su una comoda mulattiera in una vallecola boscata. Raggiunta la cappellina della Madonna del Tresto (km 11), ricca di ex-voto, dopo poco si supera uno slargo, prendendo a destra. Si prosegue sul sentiero, che interseca in vari punti la strada asfaltata, fino a raggiungere la chiesa della Madonna di Colleponte. In meno di 1 km si raggiunge piazza della Libertà in Stroncone (km 13) e in breve il santuario di San Francesco d’Assisi.
Dalla piazza si scende su via dell’Orno, costeggiando le mura. Allo stop (km 13,6), di fronte a un hotel, si gira a destra e dopo 100 m di nuovo a destra, proseguendo verso Vocabolo Colle. Si scende e in prossimità della curva, si lascia l’asfalto e si gira a destra su una carrareccia ciottolosa, per proseguire sulla sinistra.

Superato il campo di calcio, sulla sinistra, si attraversa l’incrocio (km 15,2), seguendo la direzione per Cisterna. Si sale sulla strada asfaltata che piega a sinistra e si supera un’interessante edicola con un fontanile, tralasciando la deviazione per San Simeone (Cammino dei Protomartiri Francescani). Inizia una ripida salita su fondo in cemento e dopo circa 200 m, in prossimità di una staccionata si scende a sinistra su una mulattiera comoda. Il percorso procede all’ombra, con scorci sulla campagna.

Si sale di nuovo e, raggiunto un trivio, si procede a destra e quindi dritto in salita, tralasciando le deviazioni ai lati. Dopo circa 150 m dal bivio precedente si gira a sinistra in discesa. Si alternano salite e discese non impegnative. Si ritorna su asfalto su via Perticara (km 17,2) e da qui si prosegue in direzione di Terni, piegando a sinistra, senza mai lasciare la strada principale in discesa.

Giunti all’incrocio si gira a destra e poi a sinistra su via Turati (km 21). Alla rotatoria si gira a sinistra su via Brodolini, per raggiungere la basilica di San Valentino. Da qui si scende su via Papa Zaccaria e si gira a destra su via Mentana, per poi riprendere su via Turati. Superato il ponte sul fiume Nera, si prosegue su via dell’Annunziata, via del Vescovado, fino a raggiungere la Cattedrale di Terni (km 23). Se si vuole raggiungere la chiesa di San Francesco si prendono via 11 Febbraio, via Fratini e poi via Fratti.