LOREM IPSUM DOLOR

Via Settevalli 320 - 06129 - Perugia | info@umbriafrancescosways.eu +39 370 1106929

600€

Percorso NORD da La Verna ad Assisi

Organizzazione tecnica:

DETTAGLI

DIFFICOLTA’: MEDIA


SISTEMAZIONE: 8 notti in Agriturismi e Hotels


PREZZO ALL INCLUSIVE! € 600 a persona in camera doppia/matrimoniale, € 700 a persona in camera singola


IL PACCHETTO COMPRENDE: trattamento di mezza pensione con sistemazione in camera doppia/matrimoniale o singola, pranzo al sacco (per gruppi di min. 10 persone), kit di benvenuto del pellegrino (zaino o t-shirt e guida cartacea).


Su richiesta verrà emessa la Credenziale nominativa del Pellegrino.


SERVIZI EXTRA: Per gruppi precostituiti quotazioni su misura e possibilità di itinerari personalizzati. Transfer persone/bagagli da struttura a struttura. Light lunch. Assicurazioni.


VI CONSIGLIAMO: abbigliamento comodo, scarpe da trekking.


SI PRENOTANO PARTENZE TUTTO L’ANNO


ITINERARIO

PROGRAMMA

Arrivo a La Verna ed inizio del cammino. "Non est in toto sanctior orbe mons" recita un'iscrizione posta all'interno del Santuario. La Verna non è solo il punto di partenza, ma uno dei luoghi più sacri e coinvolgenti di tutto il cammino. La tappa è di media difficoltà. La salita è progressiva, ma ci sono alcuni strappi in rapida ascesa, che serviranno per abituare le gambe al cammino verso Assisi. Chilometri da percorrere 15.

Ogni cammino ha la sua sfida impossibile, la tappa che si dispera di superare. Da Pieve Santo Stefano a Sansepolcro la lunghezza della tappa e i ripidi dislivelli rendono faticoso il cammino, ma forse sono un modo adatto per conoscere la "perfetta letizia" di San Francesco. Abbiate fiducia, non resterete delusi. Partite prestissimo e procedete con lentezza. Potrete, comunque, ridurre il cammino, scegliendo di fermarvi nelle tappe intermedie oppure di utilizzare dei transfer per giungere a destinazione. Chilometri totali tappa 36.

Tappa breve e senza asperità tra Toscana e Umbria. Si può sfruttare la giornata per una visita a Sansepolcro, tappa storicamente legata alle vie di pellegrinaggio, per poi raggiungere in meno di quattro ore la cittadina di Citerna, da dove inizia il cammino nella terra di Francesco: l'Umbria. Chilometri tappa 13

Il cammino odierno ha un andamento piacevole. Dall'aspro paesaggio appenninico delle tappe precedenti, si passa al paesaggio più dolce della vallata dell'Alto Tevere. Le salite non sono impegnative e si cammina nel silenzio tra campi, vigneti e paesi di pendio. Citerna - Città di Castello 20,5 km.

Una tappa molto lunga questa di Città di castello - Pietralunga, si può ridurre il percorso scegliendo tappe intermedie o utilizzando i dei transfer. Si lasciano alle spalle le lineari geometrie delle piazze di Città di Castello, per raggiungere tra boschi o, più spesso, sotto il sole, un "luogo del cuore" della Via: Pieve de' Saddi. Il cammino prosegue tra salite e discese verso Pietralunga, dove si può godere della tranquillità e dell'accoglienza di questo piccolo borgo umbro. Km 31.

Una tappa lunga questa da Pietralunga a Gubbio, ma per fortuna le numerose salite e discese si affrontano con tranquillità. Il primo tratto si sviluppa nel silenzio delle valli montane, mentre la seconda parte è tutta in pianura. L'arrivo a Gubbio è una ricompensa della fatica, non solo per la bellezza del luogo, ma per il legame fortissimo che unisce San Francesco alla città. Qui Francesco all'inizio del suo cammino di conversione trova accoglienza e qui avvenne il celebre episodio del lupo. Km 26,2.

La tappa Gubbio - Valfabbrica ripercorre,in senso inverso, uno dei viaggi più importanti di San Francesco: una volta compiuto il gesto profetico di spogliarsi d'ogni proprietà davanti al vescovo di Assisi, egli si diresse verso Gubbio. Lungo questa strada si proclamò "araldo del Gran Re" di fronte ai briganti che lo malmenarono (FF 346). Giunse in un monastero, dove fu accolto con riluttanza e messo a fare lo sguattero in cucina. Bisogna fare attenzione ai dislivelli, ma è possibile suddividere la tappa oppure utilizzare dei transfer per arrivare a destinazione. Chilometri totali tappa 35,4.

Dopo i lunghi giorni di cammino, tra fatica e gioia, tra salite e discese, si conclude il viaggio da pellegrino sui passi di San Francesco. Dopo qualche salita non difficile, si raggiungerà la tomba del Poverello, per terminare davanti a lui questo viaggio faticoso, ma anche per meditare su quello che il cammino ha insegnato. Ultimi 14,5 km.

RICHIEDI INFORMAZIONI