LOREM IPSUM DOLOR

Via Settevalli 320 - 06129 - Perugia | infoconsorziofrancescosways@gmail.com +39 370 1106929

3° tappa: Sansepolcro – Citerna

3° tappa: Sansepolcro – Citerna

sansepolcro

Scolpita sulla porta del Duomo di Sansepolcro vi è l’immagine tradizionale del pellegrino, con il bastone e la bisaccia, quasi a creare un legame di continuità, attraverso i secoli, tra gli antichi e i moderni viaggiatori dello spirito. Il percorso urbano non è segnalato.

Dal Duomo si scende su via Matteotti; all’angolo si gira a destra su via XX Settembre e si prosegue fino all’incrocio con via dei Lorena, dove si svolta a sinistra. Si prosegue su via Senese Aretina e inizia un tratto nel traffico urbano, dove bisogna prestare molta attenzione ai veicoli, in particolare in prossimità della rotatoria. Il tratto è noioso, fiancheggiato da capannoni industriali. Si passa sotto il cavalcavia delle quattro corsie e si raggiunge, sulla sinistra, un edificio di colore giallo (km 3), da qui si gira a sinistra, in direzione di Podere Violino, sulla strada vicinale Reglia dei Molini. Il traffico urbano è ormai superato, e si cammina in piano senza mai deviare dalla strada principale asfaltata.

Giunti a Gricignano (km 5,54), si attraversa il paese e, dopo aver oltrepassato la colorata scuola materna, si fa attenzione a proseguire sempre dritto, tralasciando la deviazione a sinistra in via Pio La Torre segnalata dal cartello bianco e rosso, in modo da risparmiare strada. In alto si inizia a intravedere Citerna e si raggiunge il primo segnale giallo-blu della Via di Francesco (km 7,48). Si è ormai entrati in Umbria: da qui inizia l’abbondante segnaletica, che guiderà il pellegrino fino ad Assisi.

Raggiunta Fighille (km 8,7), si gira a destra in via del Pozzo, e dopo 200 m a sinistra in via Gabriotti: quindi, tralasciando via Palazzo Manfroni, si sale prima a destra e poi a sinistra su via del Cimitero. Si cammina nella campagna umbra, tra campi coltivati e casali. Superato il cimitero, giunti a una curva (km 9,42), si gira a sinistra lasciando la strada asfaltata per imboccare una strada sterrata, fino a raggiungere il cancello di una villa, dove si scende a sinistra.

Al termine della discesa si riprende a camminare su asfalto, e in breve si giunge ai piedi di Citerna. Da qui (km 10,8) i segnali indicano di girare a destra su una strada sterrata, ma si può proseguire dritto sull’asfalto, tralasciando il segnale, per raggiungere il Monastero dello Spirito Santo in loc. Zoccolanti (km 11,76).

Se si intende seguire il segnale, la strada è sterrata, ma leggermente più lunga, prima in piano e poi in progressiva salita. I percorsi si riuniscono, in prossimità del convento, da dove si prosegue
con un’ultima salita e si entra nel borgo fortificato di Citerna (km 13).